I’ve saw Dolphins drive Psicotaxi with an Eightball on the Gear. (2/2)


Ora é il momento degli Psicotaxi, ricordo con autolesionismo che per un errore ho cancellato la loro intervista, registrata a fine concerto, quindi purtroppo non potrò presentarveli come avrei voluto..

Guitar

Psicotaxi live at Barrios Café (Milano)
on Burning Nights!
in collaborazione con: 1080Pixels

mi riprometto di ri-intervistarli il prima possibile per poterveli far conoscere meglio..

Detto questo, hanno suonato in mezzo a The Dolphins e The Eightball.. pur essendo estremamente diversi per genere e tipo di ironia congenita.

Quando iniziano io sono fuori dal locale, fa un caldo maledetto. Tuttavia appena sento che la musica, messa durante il cambio palco, rientro.
Sul palco, dominano un synt/tastiera e la chitarra, ma anche basso e batteria si sviluppano in evoluzioni interessanti.

La band é strumentale, la voce la mettono solo alcuni di loro in alcune intro dei brani, in altre situazioni usano dei brani vocali registrati appositamente o tratti da altri prodotti cinematografici e video.
Subito il concerto prende un taglio un pelo psichedelico, per certi versi mi ricordano Pink floyd e Calibro 35, ma più aggressivi, quindi più vicini gli ZU,


Le atmosfere proposte sono quelle di una città notturna, lievemente thriller, i ritmi più ossessivi, ed i rumori elettrici si propagano in ogni direzione guidando l’attenzione nelle diverse variazioni.

Kayboard/Synth

Psicotaxi live at Barrios Café (Milano)
on Burning Nights!
in collaborazione con: 1080Pixels

Ogni tanto compare qualche strumentino giocattolo, come il megafono di plastica, e vengono impiegati di contorno al ritmo estremamente strutturato in questione. Nell’intervista andata persa mi raccontano che sono strumenti entrati quasi per caso nei live.. Quando gli chiedo dei loro metodi compositivi mi rispondono che i loro brani spesso nascono da jam session, con forme nate dal caos.
E’ un metodo che mi piace molto perché permette di amalgamare meglio le diversità tra i diversi elementi della band.

Le atmosfere non perdono d’intensità nel proseguo del concerto, mentre gli interventi audio registrati culminano nel monologo da capo della polizia politica fatti da Gian Maria Volonté in Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, capolavoro di Elio Petri (uno dei migliori registi Italiani di Sempre). Di seguito un Brano perfettamente in linea con il resto.

The Band

Psicotaxi live at Barrios Café (Milano)
on Burning Nights!
in collaborazione con: 1080Pixels

Mi piacciono gli Psicotaxi, sul palco del Barrio’s Café si esibiscono per una mezzoretta abbondante, poi lasciano il palco a The Eightball.

A fine serata, come già detto, intervisto il loro bassista ed il loro batterista, ma purtroppo non vedrete mai quella bellissima intervista. spero ne vedrete un’altra, ma spero ancora di più che abbiate la possibilità di vedere gli Psicotaxi dal vivo, meritano molto e non vi conviene perderli.

Nel prossimo articolo qualcosa dal MiAmi 2012.

Advertisements

About giack7

Cameramen Videomaker Director Of Photography View all posts by giack7

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: