EstragonLab/Magnolia = A/R (1di2): Low Frequency R’s


Yoky

Low Frequency Club - Yoky

é giovedi 15 dicembre,

fuori c’é nebba, e ho deciso che questa serata ve la racconto al contrario:
Sono le 2 circa quando mi avvio verso la macchina é stata una serata con 3 grandi live, ho appena finito di intervistare una delle band..
L’ultima Band a solcare il palco sono stati i Low Frequency Club.
Sentirli suonare fa uno strano effetto, sembra quasi che sul palco ci sia un DJ, invece sono tre musicisti davvero molto in gamba, basso, batteria e tastiera/chitarra, ritmi davvero notevoli, ed un mix tra elettronica e gli strumenti base davvero riuscito.

Il richiamo é quello dei Motel Connection, degli LnRipley, dei Planet Funk.. se vi piacciono questo genere di artisti sicuramente sono una delle migliori band da seguire, soprattutto é una band che nonostante la forte conponente elettronica riesce estremamente bene live, e dove il connubio tra le diverse specifiche risulta estremamente riuscito.


Giorgi

Low Frequency Club - Giorgi

Purtroppo non sono riuscito a capire i titoli delle canzoni che facevano, se qualcuno le riconoscesse e volesse dirmelo lo faccia che correggo i titoli.

Per qualche strana ragione la nebbia sul palco é superiore a quella fuori dal locale, ed il batterista é completamente invisibile, relegato in fondo al palco. in compenso gli altri componenti dei Low Frequency Club instaurano subito un intenso rapporto con il pubblico.. bisogna ammettere che a sentirli sottopalco é difficile stare fermi, pur non conoscendo bene la band, lo stimolo a muoversi é notevole.


Pierluigi Ballarin

The R's Pierluigi Ballarin

Anche nella band che ha suonato prima dei Low Frequency Club il batterista é rilegato nella nebbia in fondo al palco.. con i The R’s, ex The Record’s, i suoni sono diversi, sono una band che funziona abbastanza bene messa tra la band precedente e la successiva, fanno un po folkeggiante, con qualche escursus musicalmente più interessante. Faccio un po’ fatica a collocarli, in certi momenti mi richiamano un pop un po’ anglosassone, il sound però é molto americaneggiante.. abbastanza energetici pure loro.
Strumentalmente sono molto preparati e si sente, anche se fatico a sopportare le costruzioni dei brani così orecchiabili a tutti i costi..


Pietro Paletti

The R's - Pietro Paletti

é chiaramente una questione di gusto personale, però trovo una dissonanza abbastanza marcata tra i ritmi, e la musica della band e la struttura dei brani.
Una volta Giorgio Canali in un’intervista diceva che ci sono band che suonano per fare musica, altre per trombare… la sensazione che mi hanno trasmesso i The R’s si avvicina molto alla seconda opzione, ma badate se anche fosse sarebbe perfettamente nelle loro facoltà. Resta comunque una band divertente, per passare una serata con musica divertente ed allo stesso tempo senza scadere nell’assenza di qualità musicale. Divertenti.


Nella seconda parte dell’articolo l’inizio della serata, Three In One Gentleman Suit are cooming soon!

Advertisements

About giack7

Cameramen Videomaker Director Of Photography View all posts by giack7

2 responses to “EstragonLab/Magnolia = A/R (1di2): Low Frequency R’s

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: