Urge to Overkill a Gordo wednsday night.


mercoledi 16/11/2011


é una serata con un po’ di robe in giro, io scelgo di buttarmi nella nebbia verso l’ARCI Magnolia dove é in programma una ROCK and ROLL the DICE #1.

Faz Waltz

Faz Waltz

Quando arrivo la prima band, i Labradors ha già suonato, e la seconda, i Bang Bangalow stà già suonando. All’ingresso il prezzo lo decide un dado, con la mia solita fortuna faccio un 5 che diventa gli euro d’ingresso.. posso decidere a chi darli delle 4 band d’apertura… a parte i Gordo di cui non ho trovato traccia in rete i Bang Bangalow sono gli unici che mi sembrano un minimo energetici, pur non avendo nulla di particolarmente originale. Li do a loro. Me ne pentirò. La band successiva sono i Faz Valtz, nulla di particolarmente originale anche qui.. c’é un po’ di energia (non troppa) ma l’impressione é che non ci sia nulla di nuovo da dire… una copia un po’ sbiadita degli The Who e degli Oasis (ultimo periodo) ve li faccio sentire, così potete fare qualche valutazione per conto vostro.. i miei pareri sono chiaramente soggettivi.


L’ultima delle band d’apertura sono appunto i Gordo, che per far preparare il palgo all’headline vengono fatti suonare in un palco improvvisato di fianco all’ingresso del locale.

Gordo

Gordo

Nel buio totale, un basso elettrico ed una batteria.
Ad un certo punto interviene una voce, poi scompare. Una band estremamente ritmica che nella sottrazione strumentale ha trovato qualche spunto d’originalità. ricordano lievemente gli ZU, ma sono più grezzi, nei suoni e nei modi. A tratti mi ricordano anche gli Audioslave di Cochise.
Mi piacciono parecchio. Seppur richiamino altro si sente che la loro energia é sincera, si sente che hanno qualcosa da dire. Mi pento di non aver aspettato a versare i soldi dell’ingresso… loro li avrebbero meritati di più.
A fine concerti provero a cercarli nel locale, ma semplicemente hanno suonato così al buio che non ero in grado di riconoscerli. Enjoy.


Nathan "Nash Kato" Kaatrud

Urge Overkill - Nathan "Nash Kato" Kaatrud

Alla fine del live dei Gordo gli Urge Overkill sono già sul palco principale, ed in pochi minuti attaccano con il concerto.
Propongono un rock molto tradizionale, dal sound tipicamente americano.
Uno show molto pittoresco e sudato dove la classicità musicale é costantemente mischiata ad un proporsi sul palco “da rockstar” in modo forse un po’ pittoresco, ma certamente funzionale al live.
Il loro rock accompagna sonorità tradizionali un po’ Guns’n’Roses, mischiate al suono più sporco della Seattle anni ’90.. senza tralasciare un pizzico di Glam, un pelo kitsch ma non troppo.


Eddie "King" Roeser

Urge Overkill - Eddie "King" Roeser

Io, e suppongo la maggior parte degli avventori, credo li conoscessimo solamente per la cover di Neil Diamond che li portati, nel 1994 ad entrare nella storica colonna sonora di Pulp Fiction, Girl You’ll Be A Woman Soon, loro, dall’alto del proprio palco non la fanno, ma noto, con un po’ di sorpresa, lo ammetto, che qualche loro fan fedele é presente e canta diverse canzoni insieme ai propri idoli.
Non si può in ogni caso negare a questi professionisti del Rock di sapere i fatto loro, sono oltre vent’anni che suonano e l’esperienza traspare ad ogni pennata, ad ogni assolo, ad ogni giro di basso, e ad ogni rullata. Io e Kenny (di 1080Pixels) ce li godiamo.


A fine live ci fermiamo a cazzeggiare un attimo e poi ci ributtiamo nella nebbia, verso casa.

The Band

Urge Overkill - The Band

Advertisements

About giack7

Cameramen Videomaker Director Of Photography View all posts by giack7

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: