Friday DoubleBurn with Dirty Calibro


Venerdi 21/10/2011

Avrei voluto pubblicare prima questo post ma é stata una settimana impegnata, sorry.

Mi becco con Dabol G davanti al Teatro Dal Verme di Milano, in cartellone ci sono i Calibro 35 con uno show molto particolare.

The Voice

Dirty Santos - The Voice

In sostaenza da quello che é stato spiegato non c’erano particolari anticipazioni dal nuovo disco, ma é stato un concerto a sé stante, dove i Calibro 35 hanno omaggiato alcune colonne sonore, tratte dal cinema del brivido italiano. Gli unici pezzi che si erano già sentiti firmati dai Calibro, previsti nel concerto, sono: Trafelato, di Ennio Morricone, dal film Giornata Nera per l’Ariete di Luigi Bazzoni, 1971; 5 Bambole per una Luna d’Agosto di Piero Umiliani per l’omonimo film del 1970 firmato da Mario Bava, e Shock tratto anch’esso dall’omonimo film di Bava del 1977, e con le musiche firmate dai Libra. Quest’ultimo brano era scaricabile gratuitamente dal sito dei Calibro 35.


Ad accompaganre la band c’erano, per l’occasione: Georgeanne Kalweit, Alessandra Contini, Gak Sato, Sebastiano De Gennaro, Rodrigo D’Erasmo, Daniela Savoldi Paolo Raineri e Francesco Bucci.

The Guitar

Dirty Santos - The Guitar

Lo spettacolo é stato molto bello musicalmente, ma personalmente loro preferisco vederli in posti più piccoli.. L’acustica del teatro sicuramente rende giustizia alla loro grandezza musicale, ma vedere un loro concerto seduti in poltrona é quasi una tortura. Purtroppo inoltre quando riesco a prendere i biglietti (15 euro) ormai i posti migliori sono stati già venduti, quindi ci becchiamo lo show pure da un po’ dietro. Un gran live comunque I Calibro 35 sono una delle migliori Band Italiane di oggi. A fine Concerto riesco a salutare velocemente Enrico Gabrielli e Georgeanne Kalweit, quindi io e Dabol G ci allontaniamo verso le ultime metropolitane… con la Metropolitana raggiungiamo la macchina di Dabol G e andiamo a cercare un’ultima birra, Vinx mi manda un SMS dicendomi che al Barrio’s ci sono band interessanti che suonano, quindi ci dirigiamo li.


Quando arriviamo al Barrio’s c’é una band che ricorda un po’ i Pooh, per genere e stile, inizio a dubitare di a Vinx, che però si giustifica dicendo che quelle prima erano meglio.


The Band

Dirty Santos - The Band

Fortunatamente finiscono presto e sul palco salgono, inaspettati, i Dirty Santos, una Band che viene da Barcellona, ma composta da due Americani, un Venezuelano ed un Italiano. Hanno un’energia esplosiva, ed bruciano letteralmente il palco. I titoli dei videobootleg non sono sicuro siano corretti, ma ho provato comunque a recuperarli.
Mi ricordano vagamenti i Beasteaks ma si sente che il loro sound é marcatamente americano.


Credo che fossero a Milano per una data ufficiale al Black Hole, ma essendo amici di Max The Traveller Forleo lui sia riuscito a portarli al Barrio’s per una serata improvvisata.

The Band

Dirty Santos - The Band

Il loro live é coinvolgente, ed il pubblico, che pure non era li per loro si lascia travolgere e balla. Non sarebbe stato un concerto da seguir seduti d’altronde, e dopo quello in poltrona dei Calibro 35 era esattamente quello che mancava a me ed Dabol G. Ce li godiamo.

A fine live li invito a fare la Black Interview, sono molto simpatici e disponibili, enjoy:


Qualcuno mi dice che il chitarrista ha suonato con Tom Waits, e che il bassista é uno dei migliori bassisti venezuelani… non so se sia vero oppure no, sicuramente sono super bravi.

Direi che mi sono dilungato pure troppo, alla prossima Burning Night!..

Advertisements

About giack7

Cameramen Videomaker Director Of Photography View all posts by giack7

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: