Milano Film Festival: Saturday Wasted & Bike


Sabato 17/09/2011, la giornata inizia con un giro al mercatino di sinigaglia spero di ritrovare qualche ladro di biciclette che prova a venderla, purtroppo nella mattinata non tra le tante bici rubate non c’é.
Mi sposto al festival dove c’é un incontro sull’industria del cinema in italia, arrivo che é circa a metà, ci sono un po’ di produttori, ma in larga parte é tutto una promozione di Invitalia, una sorta di fondo per l’agevolazione ai produttori audiovisivi/cinematografici.
L’incontro finisce verso l’ora di pranzo e io mi sposto nuovamente in Sinigaglia sperando di veder ricomparire la mia bicicletta.

E LA VEDO!

é li luccicante sotto il sole delle 13:30 circa, con intorno un tot tizi (italiani e non) ed un tot di altre biciclette. Il primo impulso é di andare a riprendermela a costo di rischiare una rissa. Però ho in tasca la denuncia che mi ha fatto perdere un ora di tempo proprio il giorno prima. Chiedo alla polizia municipale all’ingresso del mercatino di aiutarmi ma non si rifiutano di scendere dalla macchina “non possiamo muoverci da qui, dobbiamo assicurarci che nel mercatino non entrino abusivi”[…], vorrei replicargli che se qualcuno vende biciclette rubate nel mercatino “forse” non é tanto “regolare”, ma dal tenore della risposta ricevuta ho l’impressione che sia superfluo, quindi li ringrazio gentilmente e chiamo la i Carabinieri, presso cui ho fatto denuncia… nessuna risposta, il numero squilla a vuoto fino allo scadere della linea.

Largo Greppi

Milano Film Festival

Chiamo la Polizia di Stato, c’é una risposta, tra un rimbalzo della chiamata e delle informazioni mi tengono in attesa una mezzora abbondante, poi però mandano una pantera che arriva in meno di un quarto d’ora. Appena arrivano recupero la bicicletta, grazie ai gentili agenti in divisa. Purtroppo essendo in divisa venogno riconosciuti da lontano e la mia bicicletta non é più in vendita, ma semplicemente appoggiata ad un palo. La porto a casa, essendo senza catenaccio, quindi assicuratela nel box di casa mi rilancio al festival.
Il tempo é cambiato ed inizia a piovere, quando arrivo al festival sul palco sta finendo di suonare Missincat. Non é male ma non faccio in tempo a farle ne foto ne video che ha già finito. Sorry.

Alle 21 mi lancio allo Strehler a vedere Wasted Youth di Argyris Papadimitropoulos e Jan Vogel.
Il film credo si ispiri agli inizi dei moti sociali che hanno scosso la Grecia al culmine della crisi, i registi seguono un ragazzo, uno skater, che tra mamma malata mezze fidanzate ed amici vive una vita da adolescente normalissima, e un poliziotto a cui manca il coraggio di fare un investimento economico che potrebbe cambiargli al vita. il film segue queste vite parallele fino a quando si incrociano fornendo un epilogo futile, drammatico ed evitabile.


La prima parte del film é estremamente noiosa, i registi cercano di inserire nello sviluppo degli elementi estetici/artistici lievemente ispirati al cinema di Gus Van Sant, non riuscendo però a trasmetterli con la stessa bellezza e con la stessa forza. Inoltre tutto quello che accade ai due protagonisti porta ad un epilogo che sembra più casuale/gratuito che inevitabile. Nel complesso direi che é un film noioso e vuoto. Se avete del tempo da perdere vedetelo pure, ma sappiate che sarà sicuramente una pedita di tempo.

Finita la proiezioni, e visto che molte delle proiezioni sono state annullate causa maltempo, mi avvio verso casa.

Advertisements

About giack7

Cameramen Videomaker Director Of Photography View all posts by giack7

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: