Trick Animation Film Festival (First Night)


la serata stenta a decollare… io e un po’ di amici ci sbirciamo nei profili facebook indecisi su cosa fare o cosa non fare… ad un tratto uno lancia il sasso giusto: Trick Animation Film Festival! e luce fu!

erano settimane che me lo pubblicizzavano, ma ormai sono refrattario alla pubblicità via e-mail, così refrattario che la cestino senza nemmeno aprirla, fattò sta che me ne stavo dimenticando… fino a quando me lo hanno ri-linkato…. ci andiamo? non ci andiamo? oramai sono circa le 22:20 e ancora non abbiamo deciso cosa fare… tra l’altro oggi é pure il 150esimo dell’unità d’Italia: auguri a te, auguri a me, e poi innalziamo un calice di St. Patrick con birra verde… ma stasera niente birra verde… l’avremmo cercata a fine spettacolo ma domani ci si alza presto. Cazzo la vorrei assaggiare la birra verde!

Trick Animation Film Festival, finalmente ci avviamo, sono le 22:45 circa, l’ultimo spettacolo é sul programma inizia alle 23:00. Ho fatto appena in tempo a controllare la location del festival, via San Vittore.. penso… sarà una delle vie intorno all’omonimo carcere penso… penso male.

Giriamo intorno al carcere, ementre percorro il 4 lato io m’incazzo con me stesso per non aver controllato bene.. fortunatamente subito alla fine del quarto lato compare una banchina illuminata dell’ATM, é nuova di zecca, o così pare alla luce dei lampioni e dei neon, c’é una cartina del percorso, yesssssssss. Individuiamo dove siamo sulla cartina, individuiamo via San Vittore, ci avviamo. Ovviamente non so a che numero sia il posto, tuttavia vediamo una serie di Hipster camminare verso di noi, li superiamo risalendoli in direzione ostinata e contraria, così guadagnamo il Museo della Scienza e della Tecnica dove si svolge il festival. La location é fantastica. Ormai sono passte le 23:30, ma ci dicono che la proiezione é iniziata da pochi minuti, quindi prendiamo il biglietto e ci fiondiamo dentro, (4 euro per un biglietto del festival e un biglietto omaggio per visitare il museo domenica. Fico!).

Non abbiamo la più pallida idea di cosa stiamo andando a vedere, scopriamo presto che é una retrospettiva dedicata a Bill Plympton, quando entriamo siamo sui titoli di coda di quello che credo fosse il primo o secondo corto della retrospettiva, ci sediamo sui primi posti che troviamo, la platea é piena. Abbiamo la sensazione che ci siano tante ragazze in sala, soprattutto dalle risate, ma non ne vediamo nessuna, é troppo buio, ci concentriamo sulle proiezioni.

Subito ci si rende conto della grande ironia che traspare dai suoi lavori, presto ci troviamo a ridere innanzi a due uomini pressoché identici che si massacrano a vicenda tornando sempre imperturbabili, fino al colpo finale… é un’ironia che si sviluppa su forme e figure geometriche, figurazioni iperboliche, movimenti definiti, figurazioni iperboliche sulla realtà, vista con gli occhi di chi sa astrarre e ridere. Il Sesso, la violenza, la caduta della serietà, gli istinti che nascono dalla pancia raggiungono lo spettatore, mischiati a situazioni umane, divertenti e violente. Non vi posso elencare tutte i corti mostrati, e purtroppo non ho trovato nessuna versione integrale, quindi vi linko l’inizio di uno dei corti.

la proiezione é da DVD, fosse stata da pellicola sarebbe stato meglio, poco prima della fine vedo delle amiche che non avevo visto fino a quel momento alzarsi ed andare, le saluterei, ma non ho voglia di distrarmi, un nuovo corto sta iniziando. Io ed il mio amico resistiamo fino all’ultimo sono divertentissimi.
I suoi riferimenti vanno tranquillamente da Walt Disney a Tex Avery, a Crumb, Charles Addams e persino Quentin Tarantino, un menzioni speciali per Peter Jackson e Frank Capra a cui, in alcune interviste dice dice, tra altri, di essersi ispirato.
Alla fine sia io che il mio amico cerchiamo dei dvd ma non siamo ad un concerto. Si sta scappando, domani ci si alza presto. Perdiamo solo un momento a guardare degli ologrammi relativi al Museo della Scienza e della Tecnica; museo della scienza e della tecnica vicini all’uscita, poi via.

Il Trick Animation Film Festival dura fino al 20 marzo enjoy 😉

P.S.: se siete interessati é prevista una masterclass con Bill Plympton per sabato 19, sempre all’interno del festival, costa solo 5 euro (o così dicono) ma bisogna iscriversi.

P.P.S.: il Trick Animation Film Festival é organizzato da ESTERNI

Advertisements

About giack7

Cameramen Videomaker Director Of Photography View all posts by giack7

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: