Benvenuti, Black Wojtyla Live all’ARCI Bitte (11/03/11)


11 marzo 2011,

Un amico mi propone una serata all’ARCI Bitte, mandandomi questo link:

http://www.facebook.com/home.php#!/event.php?eid=101647933250270

non conosco il bitte, non conosco la band, ma la cerco su youtube e mi pare ok… in fondo la tessera ARCI 2011 la devo pur fare no? 12euro.

Purtroppo é giovedi, e molti altri amici paccano, ma noi non demordiamo, ormai siamo nell’ottica “concerto” nulla ci distoglierà.

Cazzo… il Bitte é vuoto… sono le 22:30  e nell’ARCI ci saranno 10 persone, personale, io e il mio amico  inclusi.

Ci sediamo. Pian piano arriva un po’ di gente.

un gruppo di 3 ragazze si accorge che le stiamo guardando, la più carina ci sorride, bel sorriso, un’altra si nasconde dietro la terza di spalle ridacchiando, bel culo. Ricambiamo il sorriso della prima, ma io e il mio amico siamo dei timidoni squattrinati e non si combina niente.

Sono le 23:15 circa la band si decide a salire sul palco, in sala ci saranno circa 20/30 persone, almeno un terzo amici della band, gli altri passati di li più o meno per caso. Poco importa.

i Black Wojtyla sono in 3: basso, batteria e tromba, questo lo sapevo dal video visto su youtube prima di uscire, ma mi pareva giusto specificarlo. é una formazione abbastanza anomala, e questo fondamentalmente mi ha convinto a muovere il culo fino al Bitte.

Appena attacano a suonare l’onda sonora investe tutti gli avventori, i suoni bassi sono fatti per questo d’altronde, in ogni caso l’impatto é impressionante, i Black Wojtyla ti portano nel loro mondo, di suoni noir, che preso però si evolvono e trasformano. Il noir diventa ballabile, incalzante, e nuovamente calmo, variabile.

Se i Calibro 35 sono dei poliziotteschi, i Black Wojtyla sono dei Noir moderni, e farsi abbracciare dalla loro musica é un piacere.

ogni tanto mi giro a dare un occhiata alla sala, c’é una ragazza con un caschetto biondo molto carina, é insieme ad un gruppo di amiche altrettanto carine ma meno interessanti. Lei indossa dei jean corti che le fanno un bel culo, e degli stivali che si fermano sopra il ginocchio. Non sono un fan dei pantaloni corti per le ragazze, di solito mi spengono ma questa ragazza é l’eccezione che conferma la regola. La musica sembra piacerle ma dopo un po’ scompare con il gruppo delle sue amiche… probabilmente erano capitate li per caso.

La musica dei Black Wojtyla continua a ballare col silenzio, negli attimi tra un pezzo e l’altro il pubblico applaude ringraziando per l’esibizione, ma é composto, pochi schiamazzi, tanta attesa per il pezzo successivo.

Ad un certo punto prendiamo una birra, piccola, 4 euro + 1. Il “+1” significa che ti danno il bicchiere di vetro, quando lo riporti ti restituiscono l’euro pagato “+1”. Vorrei prendere una John Smith, ma mi dicono che é finita quindi prendo una Beamish. Non é male, ma ha un forte gusto di caffé che non mi entusiasma. La musica ci accompagna mentre degustiamo la birra.

Vorrei fare delle foto e delle riprese alla band con la mia compattina, ma il palco é buio… rinuncio, sarà per la prossima volta.

Ascoltando i <a href=”Black Wojtyla“>Black Wojtyla penso che forse non tutto é perduto, se nascono ancora band così forse la cultura musicale milanese non é morta, quindi é giusto sostenere questi ragazzi, mi spello le mani per applaudirli, vorrei comprargli un disco ma non vedo in giro banchetti non so nemmeno se ne abbiano stampato uno tra l’altro.. vorrei chiederlo direttamente alla Band ma purtroppo non ho la possibilità di fermarmi dopo il concerto. Poco male, Milano é piccola e sono quasi sicuro di ribeccarli presto. Penso a come si possono sostenere queste band, decido di aprire questo blog, cercherò di raccontarvi gli eventi che prendono vita nel milanese, i concerti che vedrò, i film che vedro, gli spettacoli, ecc…ecc…

il concerto si chiude alle 00:30 circa, con un bis del primo pezzo suonato, non ho idea di come si chiami ma é l’unico in cui c’é un minimo di cantato. Un pezzo molto bello e rappresentativo della Band.

Io e il mio amico scappiamo, lui domani si alza presto per lavorare 8 ore abbondanti. Provo a vedere se la ragazza col caschetto biondo é tornata ma non compare… amen, tanto non ci avrei combinato nulla comunque.

Al prossimo evento, Buona Notte.

Giack

www.blackwojtyla.com

Advertisements

About giack7

Cameramen Videomaker Director Of Photography View all posts by giack7

One response to “Benvenuti, Black Wojtyla Live all’ARCI Bitte (11/03/11)

  • Kenny

    Caro Giack.

    Vorrei “schiacciare” il tasto della cultura musicale milanese (o in generale italiana)in cui tanti pensano che non esista, e non parlo di Sanremo, quella non è più cultura musicale da decenni.
    Di musica bella e fatta coi contro cazzi ce n’è eccome anche in Italia, solo che non tutti lo sanno; basti pensare ai nostrani Zu conosciuti di più all’estero che qui da noi.
    Si aggiunge anche problema, appunto dalla mancata conoscienza musicale, di chi organizza concerti: quella sera oltre ai B.W., suonavano a Milano i Maserati con di spalla i miei amicissimi Three Steps To The Ocean al Magnolia e i ben più acclamati Mogwai all’Alcatraz.
    Essendo tutte band che più o meno avrebbeo lo stesso pubblico, è dura che poi vengano conosciuti quelle cosiddette “minori”.
    Comunque di tanta roba ce n’è! 😉
    Alla prossima! Bel blog!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s